ORGANICO

MASTELLO BLU



Illustration
icon

● scarti di cucina, ● alimenti deteriorati, ● fondi di caffè,● filtri di tè, ● gusci d’uovo, ● gusci di molluschi, ● piccoli ossi, ● bucce di frutta e verdura, ● noccioli, ● tovaglioli di carta unti (es. scottex),● piatti, bicchieri e sacchetti in bio plastica (compostabili), ● piccoli sfalci, piccole piante e fiori recisi.

icon

● alimenti liquidi, ● mozziconi di sigaretta, ● lettiere per animali, ● grassi e oli, ● legno trattato o verniciato o in grosse pezzature, ● tappi di sughero, ● alimenti confezionati, ● qualsiasi rifiuto di natura non organica (pannolini, assorbenti, ecc.). Bisogna quindi evitare tutto ciò che non è biologico e compostabile, cioè predisposto per diventare compost.

  • CONSIGLI UTILI

    gli scarti alimentari devono essere introdotti nel contenitore raccolti in sacchetti biodegradabili in mais (tipo Mater-Bi) o in carta (es. quelli del pane). Non usare sacchetti in plastica.

  • LO SAI CHE…

    grazie al recupero di 10 kg di umido e verde si produce compost per fertilizzare 1 mq di giardino. Da 1 tonnellata di rifiuto organico si producono 100 mc di biogas.

CARTA

MASTELLO GIALLO

Illustration
icon

● giornali, riviste, libri, ● fotocopie e fogli vari, ● quaderni, ● carta da pacchi, ● cartoncini, ● sacchetti di carta, ● scatole di cartone per scarpe e alimenti (es. pasta, riso, sale, etc.), ● bicchieri in materiale cartaceo, ● vassoi di cartoncino, ● fustini dei detersivi, ● imballaggi di cartone, ● poliaccoppiati (es. tetrapak e cartoni per bevande in genere).

icon

● copertine plastificate, ● carta plastificata, ● carta oleata o pergamena, ● carta carbone, ● carta da parati, ● carta da forno, ● carta chimica da fax o autocopiante, ● carta unta o sporca di alimenti o altre sostanze, ● cartoni con residui di colla, ● cartoni da pizza sporchi, ● salviette e fazzoletti sporchi.

  • CONSIGLI UTILI

    • Togliere nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici
    • Appiattire le scatole e comprimere gli scatoloni per ridurre gli imballi grandi in piccoli pezzi.

  • LO SAI CHE…

    grazie al riciclo di 3 scatole da scarpe si può produrre 1 nuova cartelletta di cartoncino; il 90% della carta, dei sacchetti, dei quotidiani e delle scatole è realizzato con materiale riciclato; con il recupero e il riciclo di carta e cartone effettuato dal 1999 ad oggi abbiamo evitato la formazione di oltre 270 discariche.

VETRO

MASTELLO GIALLO

Illustration
icon

● bottiglie, ● bicchieri, ● barattoli● vasi

icon

● piatti e tazzine in ceramica, ● lampadine ad incandescenza e a basso consumo, ● tubi al neon, ● specchi, ● contenitori in vetroceramica (tipo pirex) o ceramica, ● oggetti in cristallo, ● vetro accoppiato, ● vetro retinato, ● barattoli che abbiano contenuto prodotti chimici pericolosi (es. vernici, solventi, olio motore, benzina, trielina…).

  • ATTENZIONE

    IL CRISTALLO NON GETTARLO INSIEME AL VETRO!
    Bicchieri, oggetti e bottiglie in cristallo contengono un’elevata quantità di piombo, che non deve contaminare il processo di riciclo del vetro da imballaggio. Per questo motivo è importante mantenere separati i contenitori e gli oggetti in cristallo dalla raccolta differenziata del vetro.

  • LO SAI CHE…

    con 1 kg di rottame di vetro si può produrre, all’infinito, 1 kg di nuovi contenitori senza altre aggiunte. 7 su 10 bottiglie consumate in Italia sono ormai prodotte grazie alla raccolta differenziata.

PLASTICA e METALLO

MASTELLO GIALLO




Illustration
icon

● Tutti gli imballaggi indicati con le sigle PE (polietilene), PP (polipropilene), PVC (cloruro di polivinile), PET (polietilentereftalato), PS (polistirene); ● bottiglie di acqua minerale e bibite; ● flaconi (es. detergenti, detersivi e cosmetici liquidi); ● vaschette per alimenti in plastica o polistirolo ● pellicole per imballaggi;● contenitori per yogurt, ● vaschette per gelati, piatti e bicchieri di plastica monouso svuotati del contenuto; ● confezioni e sacchetti in plastica per alimenti; ● reti per frutta e verdura, ● cassette in plastica per frutta; ● film di imballaggio, ● blister e contenitori rigidi. ● Lattine per bevande, ● latte e lattine per olio, ● barattoli per conserve vegetali, ● vaschette per la cottura e la conservazione dei cibi, ● scatolame,● vaschette e barattoli per il cibo per animali, ● bombolette spray vuote, ● foglio d’alluminio da cucina, ● scatole regalo in metallo per liquori e dolci, ● fusti e secchielli, ● tubetti per creme, ● pentole e caffettiere, ● posate, ● chiavi, ● lucchetti e catene, ● piccoli manufatti in metallo.

icon

● Oggetti costituiti da materiali compositi non separabili (poliaccoppiati tipo tetrapak, plasticametallo, plastica-legno, plastica-vetro, barattoli per colle-vernici-solventi…), ● oggetti che non hanno avuto funzione d’imballaggio ● tappetini, ● arredi, ● giocattoli, ● posate di plastica, ● CD/DVD, ● borse/zainetti/valigie, ● materiali in plastica rigida, ● complementi d’arredo e casalinghi,● posaceneri, ● cestini portarifiuti, ● cartellette e portadocumenti, ● scarpe da ginnastica, ● ciabatte in plastica. ● lampadine.

  • CONSIGLI UTILI

    • Svuotare, sciacquare e/o pulire, schiacciare i contenitori.
    • Le bottiglie in plastica non vanno schiacciate verticalmente ma lungo il lato.

  • LO SAI CHE…

    grazie al riciclo di 20 bottiglie in plastica si può produrre una nuova coperta in pile; con 2 flaconi di plastica (HDPE) si fa un frisbee. Con 13 barattoli di acciaio si ottiene una padella; dal riciclo di 800 lattine si ottiene una bicicletta.

SECCO MISTO

MASTELLO GRIGIO




Illustration
icon

Materiali che non possono essere destinati alla raccolta differenziata dei rifiuti, ad esempio ● gomma, ● gommapiuma, ● cocci di ceramica,● mozziconi di sigaretta, ● lettiere per animali, ● stracci, ● appendiabiti, ● legno trattato o verniciato, ● pannolini, ● assorbenti, ● garze, cerotti, ● posate di plastica, ● carta chimica o oleata o sporca, ● giocattoli non elettronici, ● filtri e sacchi per aspirapolvere, ● CD/DVD e relative custodie.

icon

Tutto ciò che è riciclabile, ● tutti i rifiuti differenziabili, ● rifiuti pericolosi, ● rifiuti ingombranti, ● sostanze liquide, ● rifiuti derivanti da costruzioni e demolizioni (esempio inerti, calcinacci).

  • LO SAI CHE…

    dal rifiuto secco indifferenziato si può produrre energia.